Le nuove prescrizioni per gli impianti antincendio

Il 4 aprile 2013 è entrato in vigore il Decreto del Ministero dell’Interno 20 dicembre 2012 recante la “Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l’incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi”.

Le prescrizioni contenute nel decreto disciplinano la progettazione, la costruzione, l’esercizio e la manutenzione degli impianti di protezione attiva contro gli incendi installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, previsti da specifiche regole tecniche in materia o richiesti dai Comandi provinciali dei vigili del fuoco nell’ambito dei procedimenti di prevenzione incendi (D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151).

Tali disposizioni si applicano agli impianti di nuova costruzione e a quelli esistenti alla data di entrata in vigore del suddetto decreto. Esse non trovano applicazione, invece, per:

  • attività a rischio d’incidente rilevante (Decreto Legislativo 17 agosto 1999, n. 334);
  • edifici d’interesse storico-artistico quali biblioteche e archivi (Decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1995, n. 418);
  • impianti di distribuzione stradale di G.P.L. per autotrazione (Decreto del Presidente della Repubblica 24 ottobre 2003, n. 340 e s.m.i.);
  • edifici storici e artistici destinati a musei, gallerie, esposizioni e mostre (Decreto del Ministro per i Beni Culturali e Ambientali del 20 maggio 1992, n. 569);
  • depositi di G.P.L. in serbatoi fissi di capacità complessiva superiore a 5 m3 e/o in recipienti mobili di capacità complessiva superiore a 5000 kg (Decreto del Ministro dell’interno, adottato di concerto con il Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato 13 ottobre 1994, n. 265 S.O. n. 142);
  • depositi di soluzioni idroalcoliche (Decreto del Ministro dell’interno 18 maggio 1995, n. 133);
  • impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione (Decreto del Ministro dell’interno 24 maggio 2002, n. 131 e s.m.i.);
  • Depositi di gas di petrolio liquefatto con capacità complessiva non superiore a 13 m3 (Decreto del Ministro dell’interno, adottato di concerto con il Ministro delle attività produttive, del 14 maggio 2004, n. 120).

Nella regola tecnica, allegata al decreto, è possibile consultare: termini, definizioni generali, tolleranze dimensionali e simboli grafici di prevenzione incendi, documentazione degli impianti (inerente all’esercizio e da presentare ai fini della valutazione dei progetti o dei controlli di prevenzione incendi), disposizioni per le reti d’idranti, per gli impianti sprinkler e disposizioni per gli altri impianti di protezione attiva contro l’incendio.

© 2012 Corso Antincendio Roma.it Contatti | Privacy | Termini e Condizioni d'uso | by Seo.roma.it