Secondo quanto riportato dal D.M. del 10 marzo 1998 è obbligatorio effettuare una corretta valutazione dei possibili fattori di rischio incendio sul luogo di lavoro, l’articolo 2 rende obbligatoria la valutazione anche al fine di stabilire la classificazione del livello di rischio incendio per l’attività o la struttura in esame. Per quanto riguarda nello specifico una casa di riposo per anziani la normativa antincendio classifica questa struttura come livello di rischio incendio elevato e pertanto chi gestisce tale struttura ha determianti obblighi da applicare per tutelare la sicurezza e l’incolumità sia del personale che ci lavora che degli ospiti della struttura stessa.

Vanno poi classificati come luoghi a rischio di incendio elevato quei locali ove, indipendentemente dalla presenza di sostanze infiammabili e dalla facilità di propagazione delle fiamme, l’affollamento degli ambienti, lo stato dei luoghi o le limitazioni motorie delle persone presenti, rendono difficoltosa l’evacuazione in caso di incendio”.

Una casa di riposo, in quanto struttura a rischio incendio elevato deve avere tra il personale soggetti che abbiano seguito corsi di formazione per addetti rischio alto, i corsi di formazione per queste figure devono avere una durata pari a 16 ore, il programma formativo del corso è definito dal D.M. 10/03/98, il corso inoltre non può essere effettuato online e prevede anche prove pratiche nonchè un test di valutazione finale da svolgersi direttamente presso la sede dei Vigili del fuoco competenti territorialmente. Come la maggior parte dei corsi sulla sicurezza sul lavoro anche nel caso del corso per addetto antincendio rischio elevato i costi per la formazione del personale sono a carico del datore di lavoro.

Per la sicurezza antincendio di una casa di riposo è obbligatorio inoltre effettuare una valutazione dei rischi periodica per una corretta redazione del Documento di valutazione dei rischi che dovrà contenere oltre all’elanco dei possibili fattori di rischio anche le misure adottate per ridurre tali fattori. Inoltre secondo quanto stabilito dal D.M. 16 Febbraio 1982 (Modificazioni del decreto ministeriale 27 sSettembre 1965), l’elenco concernente la determinazione delle attività soggette alle visite di prevenzione incendi prevede al punto 86 anche l’obbligo del Certificato Prevenzione Incendi per le case di cura con posti letto superiori a 25. Infine è bene precisare che  le case di riposo per anziani considerati come ospiti autosufficienti a cui vengono fornite prestazioni di tipo alberghiero e non assistenza sanitaria non ricadono nel campo di applicazione del D.M. 18 settembre 2002.

© 2012 Corso Antincendio Roma.it Contatti | Privacy | Termini e Condizioni d'uso | by Seo.roma.it