Con il decreto ministeriale del 22 Febbraio del 2006, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 51 del 2 marzo 2006, è stata emanata la normativa che definisce le tecniche di prevenzione degli incendi da mettere in atto per la progettazione, la costruzione e l’utilizzo di edifici destinati ad uso ufficio. Il decreto, considerato un pò come il Testo Unico sulla sicurezza in merito alla normativa antincedio definisce le regole tecniche da seguire per la costruzione di edifici ad uso ufficio in cui è prevista la presenza di oltre 25 persone, il decreto esclude però luoghi adibiti a depositi di attività industriali o artigianali.

La normativa prevede che per garantire la sicurezza dei lavoratori i fattori di rischio incendio devono essere ridotti al minimo e in caso di incendio devono limitare il propagarsi dell’incendio all’interno di altre aree dei locali e degli edifici circostanti. Inoltre le strutture portanti dell’edificio devono essere sicure in modo da garantire oltre alla sicurezza di chi vi è dentro anche la possibilità di soccorso da parte del personale addetto che in caso di emergenza deve poter accedere ai locali in piena sicurezza.

Queste norme vanno applicate agli edifici in costruzione, per quanto riguarda edifici costruiti in un periodo precedente all’anno di emenazione del decreto è necessario mettere in atto tutti gli interventi utili al fine di rendere quegli edifici sicuri nel rispetto delle norme antincedio nei luoghi di lavoro. Il testo del decreto punta soprattutto a legiferare in merito al concetto di prevenzione di incendi con particolare riguardo ai locali destinati ad ospitare un numero consistente di persone.

© 2012 Corso Antincendio Roma.it Contatti | Privacy | Termini e Condizioni d'uso | by Seo.roma.it