Rischio incendio basso

Con il termine “rischio incendio basso” si intende il grado di rischio associato a quelle attività nei cui locali o strutture sono presenti sostanze scarsamente infiammabili o dove, comunque, dalla valutazione dei rischi in Azienda, obbligatoria per ogni attività, si evinca una bassa probabilità di sviluppo di focolai o di propagazione delle fiamme in caso di incendio.
Le Aziende alle quali possa essere associato tale grado di rischio incendio sono, in linea di massima, non soggette al rilascio della C. P. I. (Certificato Prevenzione Incendi).

Come detto, a monte di un’assegnazione di rischio basso, ci deve essere, come per le altre due categorie, medio e alto, una valutazione dei rischi sul luogo di lavoro.
Tale valutazione deve essere poi redatta in modo corretto e completo sul relativo documento valutazione rischi, anche obbligatorio e disponibile per le autorità competenti che, in questo caso, sarà un rappresentate dei Vigili del Fuoco.

I punti di criticità da valutare per il rischio incendio basso dipendono prima di tutto dal tipo di attività che si gestisce, cioè un ristorante avrà un grado di rischio incendio più basso di quello di una pompa di benzina ma sicuramente più alto di quello di, per esempio, un negozio di biciclette cui basterà semplicemente dotarsi di un numero di estintori adeguato alla superficie volumetrica e di un impianto elettrico a norma.
Un’altra discriminante circa il grado da associare all’attività può essere rappresentata da che tipo di ufficio ospita la stessa.
Il piano di evacuazione dipende strettamente anche dal rapporto persone presenti / dimensione del luogo di lavoro: il rischio incendio è basso tanto più il quoziente di questa operazione è lontano dall’unità.

Altro fattore di stima che assume una particolare importanza, per una corretta e obiettiva valutazione, è l’analisi dei materiali sia costruttivi sia di rivestimento, cioè, ad esempio, una struttura in legno consente di calcolare il tempo di collasso della struttura, altri materiali no.
La valutazione sulla tipologia di rischio (alto, basso o medio) viene effettuata dagli organi competenti.
La formazione del lavoratore che in un’azienda (Roma e provincia) deve rivestire il ruolo di addetto antincendio rischio basso può avvenire, oltre che con un corso in aula, anche con un corso online, riconosciuto da un Ente Bilaterale, così come prevede la normativa.

 

1 Commento to “Rischio incendio basso”

  1. [...] i ristoranti vengono classificati come rischio incendio basso o medio. In ogni caso devono attenersi, specialmente per ciò che riguarda la cucina, alle regole [...]

© 2012 Corso Antincendio Roma.it Contatti | Privacy | Termini e Condizioni d'uso | by Seo.roma.it